Numero Verde 800-098571
 

DOMANDE E RISPOSTE

D. Qual è il quadro internazionale di riferimento per la progettazione del 6° Censimento generale dell’agricoltura?

R. Il quadro internazionale di riferimento per la progettazione del 6° Censimento Generale dell'Agricoltura è rappresentato dalle raccomandazioni formulate dal Programma mondiale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (Fao), dal Regolamento (CE) n. 1166/2008 del Consiglio e del Parlamento europeo, del 19 novembre 2008, relativo alle statistiche strutturali sulle aziende agricole e dal Regolamento (CE) n. 357/79 del Consiglio e del Parlamento europeo, del 5 febbraio 1979, e successive modificazioni, relativo alla rilevazione di base sulle superfici viticole.


D. Cosa contiene il regolamento comunitario 1166/2008 sulle indagini di struttura delle aziende agricole?

R. Il regolamento delinea il quadro generale di riferimento e stabilisce definizioni, campo di osservazione, metodologia, contenuti informativi e periodi di riferimento. Il Regolamento lascia però facoltà agli Stati Membri di decidere le tecniche di rilevazione e gli aspetti organizzativi dell’indagine censuaria.


D. Perché il regolamento 1166/2008 introduce l’obbligo di una nuova rilevazione campionaria sui metodi di produzione?

R. La finalità è migliorare la qualità degli indicatori agro-ambientali e di fornire supporto informativo alla definizione e alla valutazione delle politiche agro-ambientali.


D. Chi provvede all’esecuzione dei censimenti?

R. Ai sensi dell'art. 15 del decreto legislativo n. 322/89, l'Istat provvede all'esecuzione dei censimenti. La stessa norma prevede che l'Istat, per lo svolgimento delle rilevazioni, si possa avvalere della collaborazione degli uffici di statistica del Sistema statistico nazionale (Sistan).


D. Cosa disciplina il Piano di esecuzione del Censimento dell’Agricoltura?

R. Il Regolamento di esecuzione del sesto censimento generale dell'agricoltura, a norma dell'articolo 17, comma 2, del decreto-legge 25 settembre 2009, n. 135  disciplina la struttura organizzativa del 6° Censimento generale dell'agricoltura e le operazioni tecniche demandate all'Istat e agli altri organi di censimento. A tal fine, esso stabilisce che l'Istat rediga il Piano Generale di Censimento e che, in accordo con esso, le Regioni e Province autonome redigano propri piani regionali.


D. Il 6° Censimento generale dell’Agricoltura è previsto dal Programma statistico nazionale 2008-2010?

R. Sì, il 6° Censimento generale dell’agricoltura è previsto dal Programma statistico nazionale 2008-2010 - Aggiornamento 2009-2010 (codice IST-02112) approvato con DPCM del 3 agosto 2009, ed inserito nell’elenco delle rilevazioni che comportano obbligo di risposta per i soggetti privati, a norma dell’art. 7 del d.lgs. 6 settembre 1989, n. 322, approvato con DPR 15 novembre 2009.


D. Come viene regolata l’attività censuaria delle Regioni e delle Province autonome?

R. L’attività censuaria svolta dalle Regioni e dalle Province autonome di Trento e Bolzano è oggetto di una separata disciplina, stabilita nelle sue linee fondamentali dal Protocollo d’intesa stipulato tra l’Istat e la Conferenza Stato-Regioni il 26 novembre 2009.

 
Il Censimento protagonista a Palermo.
(17 dicembre 2012)

Il Censimento protagonista a Bologna.
(10 dicembre 2012)